Itinerari a tema > VIAGGIARE NEL TEMPO > AFRICA > NAMIBIA CLASSICA

DOVE

Africa Meridionale

DURATA

14 giorni - 11 notti

INFO

Quattordici giorni fantastici fra Storia e la Cultura

La Namibia può essere considerata la “Svizzera d’Africa è un paesaggio arido, dove affiorano montagne spoglie, paesaggi lunari, prati dai fili color dell’oro e il nulla, dove parole quali "interminati spazi, sovrumani silenzi, profondissima quiete", trovano una collocazione ben precisa. L’incontro con il deserto è avvolgente, affascinante. Antoine de Saint-Exupèry ne Il piccolo principe ne parla così: "Mi è sempre piaciuto il deserto. Ci si siede su una duna di sabbia. Non si vede nulla. Non si sente nulla. E tuttavia qualcosa risplende in silenzio ..." Salire su una duna è una sfida tra uomo e infinito. Raccontare e descrivere la Namibia è impossibile, la Namibia la devi vivere per riempirti i polmoni dell’aria frizzante del primo mattino, sentire il profumo della savana e godere dei suoi incredibili tramonti e delle altrettanto spettacolari aurore.


La Namibia non è – naturalmente – solo città ed eredità coloniale, ma anche e soprattutto natura e cultura tradizionale. In quest’arida terra i nativi hanno dovuto adottare la loro dieta alle risorse disponibili con fantasia e creatività, oggi molto apprezzate anche dai turisti. Le uova di struzzo, per esempio (un uovo di struzzo corrisponde a circa 24 uova di gallina), sono una delle specialità dei san (boscimani) che hanno inventato molte ricette, tra cui una frittata cotta in una buca nel terreno piena di brace; dopo aver bucato la parte superiore del guscio, si mescolano tuorlo e albume con un rametto e si versa il contenuto sulle braci.

La vita dei nomadi del deserto dipende in larga parte dal Inara, un frutto nutriente che cresce lungo le sponde dei fiumi, con radici molto profonde. I nama lo usano in mille modi: spremuto, il frutto rilascia un succo dolce e dissetante, mentre la polpa è usata per i dolci. Cotto al forno si conserva fino a due anni e le sue radici sono usate per rimedi medicinali. Per chi vive nel deserto la carne è un piatto speciale che si gusta dopo la caccia con frecce avvelenate; si cattura di tutto, giraffe comprese. I cacciatori macellano la preda subito dopo la cattura; per avere la certezza della proprietà della bestia abbattuta bastano le frecce, contrassegnate in modo da indicarne la provenienza. Per certi cacciatori la testa della preda è il boccone più ghiotto: la si pone in una buca nel terreno piena di brace e la si lascia cuocere per un giorno intero; a cottura ultimata, si spacca il cranio e si gusta il cervello, considerato una prelibatezza. La maggior parte dei lodge offre abbondanza di cibi, le cene sono servite nei tipici boma, recinti all’aperto illuminati da falò che servono per la preparazione dei cibi. Di regola, pranzi e cene sono a buffet e comprendono una ricca varietà di carni, insalate, verdure e dolci. Per la prima colazione, potete ordinare il porridge di mahangu (miglio), uno dei piatti fondamentali della dieta di molti namibiani neri, dal gusto sorprendentemente gradevole. I frutti di marula, l’embe o omuve (prugnette selvatiche) e le sugose arance del Natal (qui chiamate monkey orange), sono ottime per calmare la sete nelle giornate più torride.

Leggi di più

Dettagli Itinerario

Stampa
0

Partenza dall’Italia con volo di linea notturno (con scalo europeo), per Johannesburg. Cena e pernottamento a bordo. 

Prima colazione a bordo. Arrivo a Johannesburg, cambio aeromobile e proseguimento con volo di linea per Windhoek, capitale della Namibia. Disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in albergo. Sistemazione nelle camere riservate. Resto della giornata a disposizione. Cena e pernottamento 

Prima colazione in hotel. Incontro con la guida locale di lingua italiana. Da Windhoek verso Rehoboth, sede tradizionale del popolo Baster. I Basters migrarono a nord da Città del Capo e si stabilirono in questo campo fertile nel 1870. Il loro nome deriva dalla parola "bastardo" e si riferisce al loro "sangue misto" (europeo e Khoikhoi), questo popolo è molto orgoglioso del proprio patrimonio. Si lasciano le strade asfaltate e si prosegue il viaggio verso ovest. Durante il viaggio si incontrerà enormi branchi di bovini e ovini (in media in questo settore 12 - 15 mila ettari in termini di dimensioni) e gli alberi Camelthorn che ospitano i nidi Weaver. Questi piccoli uccelli costruiscono nidi comuni, che possono ospitare centinaia di uccelli. Sul bordo della scarpata, si avrà una vista panoramica verso il basso sulla pianura del deserto con i campi lontani e dune arancione incandescente all'orizzonte. Continuando verso sud per raggiungere il Lodge per il pranzo, la cena e il pernottamento. 

Sveglia all'alba e dopo la prima colazione si parte per l’escursione dell’intera giornata alle dune di color albicocca di Sossusvlei. Quelle che sembrano essere delle montagne nella fase che precede l’alba, con i raggi della prima luce si rivelano delle dune altissime e spettacolari.

Il primo mattino è il momento migliore per esplorare le dune, la luce morbida offre eccellenti condizioni fotografiche, mentre il sole nascente crea profondità e contrasto.

Il Namib abbonda di vita: reputato il più antico deserto del mondo il livello di adattamento degli animali, insetti e piante conferma questa affermazione. Nel pomeriggio, visita del piccolo ma splendido canyon Sesriem. Pranzo incluso in corso d’escursione. Rientro in Lodge per cena e pernottamento.

Dopo la prima colazione si attraverserà il Namib verso Swakopmund. Il Namib è un deserto di grande contrasto, offre dune, gole rocciose e vaste pianure di ghiaia. Viaggiando verso nord si attraversa la “Valle della Luna” e si scende nel Kuiseb Canyon per attraversare il Tropico del Capricorno. In quest’area la vegetazione non è lussureggiante solo pianure e montagne scintillanti.

Viaggiando attraverso il Namib si possono incontrare le specie del deserto come l'orice, Springbok, struzzo e la rara Hartmann Mountain Zebra. Avvicinandoci alla costa la temperatura inizia a scendere. In pianura si trovano vasti campi di Licheni e le sorprendenti Welwitchia Mirabilis, un albero nano unico del deserto del Namib e che ha una durata di vita fino a 1500 anni. Arrivo alla città costiera di Swakopmund nel tardo pomeriggio. Fondata nel 1892, durante il periodo di dominazione coloniale tedesca, Swakopmund è servito come porto principale del territorio per molti anni. Oggi è un centro storico, circondato dal deserto e dal mare.

Pranzo picnic in corso di trasferimento. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

Prima colazione in hotel. Partenza per l’escursione dell’intera giornata che unisce una crociera nelle acque della baia di Walvis Bay con un incredibile escursione in 4x4 a Sandwich Harbour. Gita in barca per esplorare la zona della baia che ospita una grande varietà di uccelli, tartarughe, foche e delfini. Sbarco a Pelican Point e partenza con veicoli 4x4 per il viaggio a Sandwich Harbour. Pranzo pic-nic lungo il percorso. Questa parte remota della costa è accessibile solo in veicoli 4x4. Gli ultimi chilometri sono percorribili solo con la bassa marea, quando una piccola striscia di spiaggia appare ai piedi delle dune che permette il passaggio nel porto. Se la marea è alta l'unico modo per raggiungere Sandwich è camminare lungo la cresta delle dune, dove le onde si infrangono proprio ai piedi del muro di dune! La laguna di Sandwich è alimentata da infiltrazioni d'acqua dolce da una falda acquifera e, oltre ad essere un santuario per una varietà di uccelli, è scenograficamente uno dei luoghi più belli della Namibia. Ritorno a Swakopmund nel tardo pomeriggio. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

Prima colazione. Partenza per Cape Cross, rifugio di più di 100.000 otarie. Il rumore, i grugniti e il forte odore che ne risultano, rendono memorabile quest’affascinante visita.

Si prosegue verso l'interno attraverso le cittadine di Uis e Khorixas. Man mano che ci si allontana dalla costa, entrando verso l'interno, la temperatura aumenta. Uis è una città triste, è stata il centro di una vivace industria di miniera di stagno. Nei primi anni ottanta la miniera chiuse e la maggior parte degli abitanti si allontanò. Oggi alcuni minatori indipendenti, rendono vivo ancora questo sito.

Proseguendo lungo la C35 si passa l'imponente montagna del Brandberg situata a circa 14 chilometri a nord di Uis. Qui si trova la cima più alta della Namibia - il Königstein a 2573 metri sopra livello del mare.

Pranzo durante il trasferimento. Cena, pernottamento in hotel.

Dopo la prima colazione partenza per Gelbingin Lodge in cui si trova una tribù locale “Himba”. Gli “Himba” che abitano il Damaraland sono i discendenti dei primi Herero che emigrarono in questa zona nel 16° secolo. Intorno alla metà del 18° secolo la pressione di troppe persone e l’ambiente troppo secco per il loro bestiame ha portato molti Herero ad emigrare più a sud. Gli “Himba” sono un popolo di pastori nomadi. Indossano pochi capi di vestiario e le donne si coprono il corpo con una mistura rossa a base di burro, ocra ed erbe, per proteggersi dal sole. Le donne “Himba” svolgono i lavori più pesanti: mungono gli animali, si occupano dei bambini, trasportano l'acqua e costruiscono le case. Proseguimento per raggiungere, nel pomeriggio, l’Etosha National Park. Questo grande parco ospita 114 specie di mammiferi tra cui il rinoceronte nero. Predatori tra cui leoni, leopardi, ghepardi e iene.

La specie di antilopi variano dal gigante Eland, Dik Dik, imponenti mandrie di Springbok, Gnu e Kudu si trovano in tutto il parco. Una grande varietà di uccelli, insetti e rettili. 

Pranzo incluso durante il trasferimento. Cena, pernottamento in hotel.

Prima colazione. Giornata di safari fotografico nel Parco Etosha a bordo di un veicolo 4x4. Pranzo incluso al Lodge. Questo parco a vaste aree classificate come semi-desertiche e non può sostenere le mandrie massicce di animali che si trovano in Africa orientale, ma ha una grande diversità di specie che pochi parchi possono eguagliare. Etosha, o "il grande luogo bianco" deve il suo paesaggio unico all’Etosha Pan, una vasta depressione di circa 5.000 chilometri quadrati. Una serie di pozze d'acqua lungo il bordo meridionale attirano una grande quantità di animali. La stagione secca (da maggio a dicembre) è un momento particolarmente gratificante per il safari, l'acqua piovana si è asciugata e gli animali sono costretti ad abbeverarsi alle pozze d'acqua. Pensione completa.

 

 

Partenza per il rientro a Windhoek. Arrivo all’aeroporto Internazionale e partenza con volo di linea per Johannesburg. All’arrivo a Johannesburg trasferimento, in albergo. Cena e pernottamento.

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di linea per Victoria Falls (in Zimbabwe). All’arrivo disbrigo delle formalità doganali ed ottenimento del visto d’ingresso. Trasferimento in albergo. Pranzo. Nel pomeriggio, trasferimento al fiume Zambezi ed inizio della mini crociera al tramonto sull’omonimo fiume (durata di circa 2 ore con snack e bevande incluse), si potranno avvistare elefanti, coccodrilli … ed ammirare un indimenticabile tramonto. Rientro in albergo. Pernottamento.

Prima colazione. Trasferimento e visita guidata delle cascate. Resto della giornata a disposizione per visite ed escursioni facoltative: rafting, sorvolo delle cascate in elicottero, safari a dorso di elefante nel parco circostante le cascate. Cena e pernottamento.

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di linea per Johannesburg. Coincidenza con il volo di linea per l’Italia, via scalo europeo. Cena e notte a bordo.

 

 

Arrivo in mattinata in uno scalo europeo, cambio aeromobile e proseguimento per l’Italia. 

ITINERARIO

richiedi informazioni

iCREATOURS crea “su misura” anche il PREZZO!

Parecchi elementi condizionano la definizione del Prezzo, come per esempio: la data di partenza e la durata della vacanza, la tipologia e la qualità degli alloggi e dei servizi desiderati, la quantità, l’età e i desideri individuali delle persone partecipanti, ecc. Tutti componenti necessari per “creare” il Prodotto adeguato ai Tuoi Desideri.

TI POTREBBERO PIACERE ANCHE

(8 giorni - 7 notti)
L'Origine, il Destino e le Caratteristiche di un Popolo senza Nazione
da € 000,00
(8 giorni - 7 notti)
Un Popolo arrivato dalla lontana Germania nel VI° secolo, che per tre secoli dominò tutta l’Italia
da € 000,00
(6 giorni - 5 notti)
"Porta dell'Europa" punto di incontro tra due mari, l'Oceano Atlantico ed il Mediterraneo.
da € 000,00
(3 giorni - 2 notti)
Tre Periodi. Dalla “Storia Antica” al Rinascimento, fino al Barocco
da € 000,00

hai bisogno di un itinerario su misura?

Contattaci, ti risponderemo appena possibile.